5° Criterio di discernimento

Lasciarsi guidare da un direttore spirituale

Non si può discernere da soli la propria vocazione. Le circostanze vanno verificate nel tempo con la tua guida spirituale, per impedire che le intuizioni del cuore siano illusioni del sentimento.
Non sono illusioni se si seguono quattro indicazioni:

  1. Se sei vero nel raccontare di te e non trattieni qualche particolare che ti fa male, consegnandoti interamente alla tua guida spirituale;
  2. Se impari ad investire per la vocazione che senti sbocciare in te: ed allora sai rinunciare volentieri ad altre cose, per rendere più esplicito il tuo rapporto con il Signore;
  3. Se ti dedichi con costanza ad una regola di preghiera e di servizio verso i più poveri.
  4. Se partecipi con gioia interiore alla vita sacramentale: all’Eucarestia ed al sacramento della riconciliazione.