Ripartiamo in sicurezza

Info per la ripresa delle Celebrazioni con il popolo

Carissimi,

com’è noto dal 18 maggio 2020 potremo riprendere le celebrazioni della Santa Messa con la partecipazione del popolo e, allo stesso tempo, riprenderemo ad accogliere la Confessione dei fedeli nel sacramento della Riconciliazione dal giorno seguente (19 maggio).

Con gioia ci ritroveremo come Chiesa che loda, benedice e supplica il suo Signore, uniti in una sola voce, come “Corpo di Cristo” che sente tutta la forza e la bellezza della preghiera condivisa. Tutti abbiamo vissuto giorni di fatica, di apprensione, di dolore… improvvisamente spettatori di una tragedia che non ci saremmo mai aspettati e che ci ha separati gli uni dagli altri, stravolgendo il nostro stile di vita, il nostro modo di relazionarci. Inoltre, tutto è accaduto in un periodo per noi cristiani particolarmente intenso: prima il tempo della Quaresima e poi quello della Pasqua; ma anche questo, probabilmente, ci ha aiutato a rileggere quanto stava accadendo. Ripartiamo, dunque, ricolmi della speranza grande che ci dona il Signore risorto, ma questa gioia non deve farci dimenticare la responsabilità che riguarda ciascuno di noi, per il bene di tutti. Per qualche tempo, dovremo “imparare” a stare anche in chiesa – come già altrove – in modo nuovo, facendo attenzione ad alcune indicazioni importanti che ci permetteranno di custodire il dono della vita e della salute, nostra, dei nostri cari, di tutti i fratelli.

Per tale motivo si rendono note alcune disposizioni che tutti siamo invitati ad osservare:

  • È fatto divieto di entrare in chiesa a chi presenta sintomi influenzali e/o respiratori, a chi ha temperatura corporea uguale o superiore ai 37,5° e ai chi è stato in contatto con persone positive al Covid-19.
  • L’accesso alla chiesa è possibile solo dalla porta principale; la porta laterale sarà invece utilizzata esclusivamente come uscita.
  • Entrando in chiesa ti viene chiesto di rispettare sempre la distanza di sicurezza, di igienizzare le mani all’ingresso e di indossare la mascherina in modo che copra sia il naso che la bocca.
  • Il numero massimo di partecipanti alle celebrazioni consentito all’interno della chiesa è di 180 persone. Nelle messe festive saranno a disposizione, tempo permettendo, altre 90 sedie in chiostro. I posti a sedere sono evidenziati con un cartoncino giallo posizionato nello schienale del banco.
  • È bene mantenere sempre la distanza di sicurezza. Per la comunione in ciascuno dei corridoi ci si disporrà su un’unica fila e il Corpo di Cristo si potrà ricevere solo sulle mani. Si eviti di accalcarsi uscendo dall’edificio sacro e/o di fermarsi nel piazzale antistante.
  • Per la raccolta delle offerte non passeranno i volontari durante la celebrazione, ma le stesse potranno essere lasciate nelle apposite cassette collocate nei pressi dell’entrata e dell’uscita della chiesa.
  • In sacrestia è sempre possibile richiedere le “intenzioni delle messe”, evitando di entrare se ci sono già altre persone all’interno.
  • Vi chiediamo la cortesia di indossare la mascherina anche per il sacramento della Confessione, rimanendo rigorosamente dietro la grata che è stata munita di pellicola isolante. Potranno sostare in attesa nello spazio antistante i confessionali al massimo 2 persone, gli altri penitenti aspetteranno in chiesa nelle panche appositamente riservate.
  • Segnaliamo infine che, in orario di apertura della chiesa, continua la raccolta di viveri per le famiglie in difficoltà (di preferenza latte, pasta, riso, scatolame a lunga conservazione e prodotti per la pulizia della casa e per l’igiene personale).

 

– Gli orari delle Messe e delle Confessioni rimangono invariati –

Il Signore vi dia pace!

i frati