Paura della vocazione?

Carissimo frate Nicola,
sono Marco di (…) e se ti ricordi ci siamo conosciuti al Meeting Francescano Giovani lo scorso anno a Roma. Un’esperienza davvero unica, mai vissuta prima!! (…) Volevo ringraziarti per il tempo che mi hai dedicato e la pazienza che hai avuto nell’ascoltarmi e nell’incoraggiarmi ad intraprendere seriamente la domanda vocazionale che ormai da tempo porto nel cuore. L’esperienza di evangelizzazione di strada che abbiamo vissuto insieme per le vie di Roma, mi ha fatto sentire più vicina la presenza del Signore. Da diversi mesi ormai il mio cuore è carico di sentimenti contrastanti..; a volte sono raggiunto dalle lacrime, dalla commozione: capita proprio a me che da sempre mi reputo una roccia…! Ripensando a quello che ho vissuto, a voi frati e alla passione che mi avete trasmesso in quei giorni nel seguire il Signore sulla via di Francesco, sento il bisogno dentro di me di fare chiarezza  sulla mia vocazione, ma devo ammettere che mi fa paura molta affrontare questa domanda. Più volte mi sono chiesto: Perché proprio a me? Perché a me che sono così sicuro? Chissà cosa vorrà mai il Signore? Caro frate Nicola attendo da te una parola…te ne sono grato. E grazie ancora per la tua presenza e per tutti i frati: la vostra gioia contagiosa è un sostegno forte in questo momento per la mia vita!

Carissimo Marco, ben ritrovato (mi ricordo bene di te…!) e grazie per quanto condividi con tanta fiducia. Ti suggerisco di venirmi a trovare nel nostro Convento di Treviso: qui troverai una comunità di frati semplice, aperta all’accoglienza di giovani che come te, si stanno interrogando sulla loro vita e sulla loro vocazione (non senza qualche timore o paura). Potrebbe essere l’occasione per raccontarti ancora una volta e andare un po’ più in profondità alla tua vocazione, e alle paure che l’assunzione di una strada di vita in qualche modo comporta. Ti aspetto: nel frattempo ti porto con i miei frati nella preghiera davanti al Signore perché tu possa scoprire presto la gioia della vocazione. Il Signore ti dia pace!

frate Nicola frate.nicola@gmail.com