Grazie, Trevigiani!

Come ci è stato richiesto dagli organizzatori del concerto di Bepi de Marzi, tenutosi nella splendida cornice della chiesa di San Francesco, lo scorso 10 novembre… oggi, 27 novembre, sono salito assieme all’amico Dario Dal Borgo, nell’agordino per consegnare il ricavato della serata a due delle famiglie colpite dalla calamità naturale che si è abbattuta nella nostra splendida regione montana i primi giorni del mese.

Grazie all’aiuto del capo distaccamento dei vigili del fuoco volontari di Caprile, Massimo Masarei, abbiamo potuto individuare… ed oggi raggiungere la signora Teresa Schena, in località Col di Rocca, che la notte del 31 ottobre ha visto letteralmente volare via il tetto della propria abitazione e che tutt’oggi, assieme al marito, vive in condizioni di disagio dovute all’umidità e alle infiltrazioni subite ed il signor Riccardo Soraru, boscaiolo, che ha perso gran parte dei macchinari custoditi in un seminterrato completamente allagato dalla melma e da detriti vari.

 

(foto sig.ra Teresa Schena, in località Caprile)

    

(foto sig. Riccardo Soraru, in località Caprile)

         

Credo sia stata importante questa nostra visita per rendere più “umana” la vicinanza dei trevigiani che, in occasione del concerto, avevano offerto 3.500 €  (equamente suddivisi tra le due famiglie) per questo fine.

Le case andranno rimesse a posto, i boschi negli anni torneranno a germogliare, oggi però la fatica più grande è quella di ridare ali alla speranza di questa gente, nei cui occhi c’è ancora il dramma della distruzione e il timore che nulla possa essere più come prima.

padre Andrea Massarin